forestalisicilia.com

 

                             

FORESTALE ONLINE

 

SCRITTORE PER IL WEB FORESTALE  SANTO CORTESE

        FORESTALI……CHI SONO????? leggi

 

 

ELOGIO ALLE SQUADRE ANTINCENDIO FORESTALI...... leggi

novità...... protesta sindacale e forestale...... leggi

QUALE SARA' IL FUTURO DEI FORESTALI? ... leggi

LETTERA AI SINDACATI SICILIANI.... leggi

LA NOSTRA OPINIONE FORESTALE SUGLI ARTICOLI DEL NUOVO DISEGNO DI LEGGE..  leggi

SBLOCCATE LE RICHIESTE PER I 78ISTI FORESTALI... leggi

FORESTALI SVEGLIATEVI!!!!!    leggi

 

FORESTALE...DELIBERA N° 271 - 04 - AGOSTO 2016.... leggi

FORESTALI...RITORNA IL TURN OVER...MA CON UNA NOVITA'... leggi

NOVITA' LAVORO... leggi

 

QUALI LAVORI FARANNO I FORESTALI CON LA NUOVA LEGGE........ leggi

ADDIO AI VECCHI SCHEMI FORESTALI... leggi

FORESTALI...."TUTTO E' COMPIUTO" APPROVATO DDL CRACOLICI... leggi

CHIEDIAMO L'INSERIMENTO DI NUOVE QUALIFICHE FORESTALI.....leggi

LETTERA-APPELLO ALL'OPINIONE PUBBLICA..... leggi

 

RICHIESTA FORESTALE ENNA N° 606 LAVORATORI AGRICOLI 78isti GIORNO 16 SETTEMBRE 2016... leggi

Wanted piromani: taglia 50 mila euro..... leggi

COSA CHIEDIAMO ALLA REGIONE SICILIANA... leggi

Benvenuti nel notiziario dei Forestali Sicilia

 

Il desiderio della montagna, l'uomo, stanco della città, vuole rifugiarsi nei boschi che per quanto belli e spettacolari, non sono ancora valutati dai politici siciliani. Bisogna offrire al piano forestale la natura stessa e volgere lo sguardo verso chi lavora in questo settore poco stimato. Bisogna rivalutare, apprezzare i lavoratori forestali e fare in modo che abbiano un contratto a tempo indeterminato, ma sembra ci sia qualcuno che non ama accettare questa sfida, e così, nella Patria della Sicilia, i forestali ancora lottano, smarriti e incerti di un nuovo futuro, per vedere affermato il loro ruolo di difensori, tutori e lavoratori della natura paesagistica forestale.

Sveleremo tutte le notizie e tutti i retroscena della forestale in Sicilia

 

LA NOSTRA PROPOSTA

 

Qualcuno si è messo in testa di rifare il nuovo riordino forestale in Sicilia. La proposta dell’assessore all’agricoltura Cracolici si basa sulla nascita di una nuova agenzia per la gestione dei lavoratori forestali in Sicilia. Ma cosa c’è da gestire?

 

Noi lavoratori forestali non abbiamo bisogno di una nuova gestione esterna, magari inconsapevole dei lavori interni al demanio forestale. Vogliamo il riordino di un nuovo sistema idraulico forestale ideato da noi, ideato da tutti i forestali che da più di 30 anni lavoriamo nel settore, che sentiamo il favoloso suono degli alberi e conosciamo albero per albero, perché siamo stati noi a farli nascere, a curarli, coltivarli e mantenerli in vita.

 

Nessuna agenzia esterna ci deve coinvolgere. Noi forestali della Sicilia non lasciamo e non modifichiamo il nostro lavoro che abbiamo accudito nei boschi, nelle montagne, nelle ore più fredde dell’inverno, nei parchi, nelle aree attrezzate di tutta la Sicilia.

 

La proposta dell’assessore Cracolici non porta nessun riordino forestale. Siamo abituati a vedere tutti i giorni gli alberi, i viali dei boschi, ci impegniamo ogni stagione estiva a lavorare i viali parafuoco nelle ore più calde dell’estate, questa è la realtà dei lavoratori forestali in Sicilia e nessuno può cambiarla. In qualità di portavoce di questo sito dedicato ai forestali siciliani mi sento di fare una nuova proposta di riordino idraulico forestale ed ho il bisogno di esporla, con la speranza che l’assessore Cracolici ne prenda visione e consapevolezza che questa è la proposta giusta per noi e per tutti.

 

      forestalisicilia.com     

        COSA CHIEDIAMO:

  • Una nuova politica che sappia riordinare il comparto forestale
  • Riordinare i lavoratori forestali 78isti da 78 a 101 giornate lavorative annue.

  • Riordinare i lavoratori forestali 101isti da 101 a 151 giornate lavorative annue.

  • Riordinare i lavoratori forestali 151isti da 151 a OTI.

  • Dare più potere e nuovi mezzi alle squadre antincendio.
  • Rivalutare le vecchie qualifiche forestali.

  • Rivalutare la qualifica di “addetto parchi ed aree protette” con mansioni di vigilanza nei parchi e nelle aree protette.

  • Rivalutare la qualifica di “custode animali nei parchi.

  • Reinserire la qualifica di “muratore a secco specializzato” e " falegname specializzato" per la costruzione di barbecue nelle aree attrezzate.

  • Inserire nuove qualifiche per lo spegnimento degli incendi.

  • Inserire la qualifica di “guardia bosco” con mansione di vigilanza 24 ore su 24 dal 1 giugno al 30 settembre, nei demani forestali per evitare che piromani brucino i boschi, per evitare che i boschi diventino discariche, per evitare pascolo abusivo.

  • Inserire la qualifica di “guardia parco specializzato” con mansioni di vigilanza e dirigenza nei parchi.

  • Inserire la nuova qualifica di “progettista forestale specializzato”, per i progetti nel demanio forestale quali nuove stradelle, nuove piantumazioni di piante e siepi, pulitura corsi d’acqua.

  • Inserire la nuova figura di “istruttore dei cantieri forestale” che collaborerà con le varie amministrazioni forestali nell’organizzare i nuovi lavori.

  • Inserire la qualifica di “potatori forestali specializzati”.

Questo è quello che vogliono i lavoratori forestali in Sicilia.

salviamo il salvabile

 

Solo così ci sarà di conforto la speranza di rivedere i nostri boschi in vita e poterci lavorare ancora una volta, secondo le nostre qualifiche e le nostre esperienze lavorative. Il bosco è vita, il bosco è di tutti ma soprattutto è nostro e siamo noi lavoratori forestali ad accettare la nostra proposta per un nuovo riordino idraulico forestale in Sicilia.